Home > Argomenti vari > Una moglie vendicatrice e troia

Una moglie vendicatrice e troia

10 Marzo 2012

Quando ho conosciuto mia moglie indossava un abito scollato, anche se aveva il seno non molto grande era messo in bella mostra…. E subito ho pensato questa e proprio la porca che cerco.
Passano appena due anni (lei ne ha 34, io 31) e me la sono sposata, due anni pieni di scopate e di situazioni trasgressive, dall’ascensore al cinema dal parcheggio all’aereo dal retro del suo negozio al balcone di casa in pieno giorno, insomma un bel periodo.
Successivamente come spesso accade abbiamo passato una fase di stallo e qui sono venute le prime incomprensioni, non si scopava più come prima niente più inculate, spesso e volentieri i nostri rapporti si consumavano con una certa velocità e se non fosse per i sublimi pompini che mi faceva avrei dovuto godere con le mie mani.
In quel periodo avevo tra le mani una collega d’ufficio con un culo da brasiliana e dopo un paio di settimane abbiamo incominciato a scopare, anche con la complicità di un collega e amico di famiglia che mi teneva il gioco.
Mia moglie accorgendosi di qualcosa a pensato di farmi ingelosire affermandomi che era passato nel suo negozio un suo ex e che l’aveva invitata a cena, io per niente ingelosito gli ho risposto che se voleva poteva uscirci tanto non avevo niente in contrario però ha aggiunto che gli aveva fatto dei complimenti molto espliciti a riguardo della sua femminilità e che non era sicura se uscendoci sarebbe in ogni modo rimasta indifferente alle sue avance, sta di fatto che una sera rientrando mi dice che: domani esco con Marco.
Ero rimasto incredulo ma volevo vedere fino a che punto sarebbe arrivata, al suo rientro a notte fonda mi ha trovato sveglio ed io chiedendogli dove fosse stata fino a quell’ora lei mi rispose:
dove sono stata non ha importanza ma ti faccio vedere quello che ho fatto, e mentre diceva ciò dalla borsa mi tira fuori un paio di mutande da uomo, ero incazzato come una bestia ma non mi sembrava quello il momento di litigare.
Al mattino seguente io gli ho detto che anch’io avevo da scopare con una mia collega e quindi era tutto ok!
In realtà non andava niente bene perché tutto il giorno non facevo altro che pensare a lei con il cazzo in bocca del suo ex la immaginavo a gambe aperte che si faceva sbattere come una Troia e conoscendola non avrebbe certo rifiutato una sborrata tra le sue carnose labbra ma la cosa che più mi lasciava perplesso era che mi eccitava quella situazione.
Cosicché rovistando tra la sua agenda ho trovato il numero di telefono di casa del suo amico, trovato l’indirizzo tramite il numero sono andato sotto casa sua e ho aspettato che rientrasse, non c’è voluto molto a riconoscerlo era uguale a delle foto che avevo visto.
Avvicinandomi l’ho chiamato ma ho subito avuto l’impressione che lui di questa storia non sapesse niente, dopo aver spiegato la situazione mi ha confermato quello che pensavo, non è stato lui ad uscire con mia moglie allora con il suo aiuto abbiamo organizzato un tranello a lei.
Ci siamo dati appuntamento al negozio di mia moglie, prima è entrato lui e subito dopo il suo arrivo sono entrato io, lei che non si aspettava quest’incontro né con il suo ex e ne con me, a quel punto ammette la verità, il mio collega e amico aveva sempre avuto un debole per mia moglie e ogni occasione era buona per fargli dei complimenti e per assaporarla gli ha detto della mia scappatella in ufficio cosi lei si è vendicata rendendomi quello che io avevo fatto a lei, con l’aggiunta delle mutande per farmi avere la certezza e che aveva fatto il nome del suo ex per rendere tutto più vero pensando che mai sarei arrivato al punto di andare a scoprire dove abitasse.
La sera a casa ci siamo detti tutta la verità e nel raccontare i minimi dettagli ci siamo accorti che entrambi eravamo eccitati ma lei in modo particolare perché si era fatta scopare dentro la nostra macchina si era fatta sborrare in bocca ma prima che ciò accadesse avevano sdraiato i sedili lui si era accomodato tra i due sedili poggiando la schiena sul sedile posteriore per fare in modo che lei divaricasse bene le gambe in mezzo ai sedili anteriori e mentre lo spompinava si era seduta sulla leva del cambio, oramai ero eccitato dal racconto e per metterci una pietra sopra siamo usciti e ci siamo fermati allo stesso posto dove avevano scopato e abbiamo rifatto le stesse cose, dopo avergli schizzato un mare di sperma sulla figa gli ho chiesto perché proprio il mio collega nonché nostro amico, la sua risposta è stata che avrebbe voluto vendicarsi in maniera ancor più approfondita e siccome non avrei mai sospettato di lui avrebbe voluto scoparselo in casa aspettando che io rientrassi per poi essere ignaro delle loro scopate sotto il mio naso.
In ogni modo avevamo fatto un patto ovvero niente sceneggiate e far finta di niente, il giorno successivo in ufficio vedendo il mio collega ho fatto finta di niente anzi gli ho detto che la sera prima avevo scopato con mia moglie e che avevamo goduto come matti, lui con un sorriso da ebete mi dice: sono contento che le cose tra voi si stanno sistemando ed aggiunge che forse sarebbe passato a trovarci una sera di queste e sarebbe passato prima al negozio per salutare mia moglie.
Durante le nostre scopate però spesso pensavo alla mia collega d’ufficio ed al suo culo, pensavo alle sue tette ed alla sua lingua tra le mie gambe, dopo un paio di volte che capitava ciò ho detto a mia moglie quello che mi veniva in mente durante le nostre scopate e lei sorprendendomi nuovamente di dice:
anch’io penso spesso a quello che ho fatto e che non gli sarebbe dispiaciuto ripetere l’uscita per concludere la serata in maniera più comoda dell’altra volta, ed allora abbiamo deciso di concederci un’altra scappatella. Io dopo qualche giorno sono riuscito con la mia collega, ma mia moglie per vari motivi non ha potuto organizzare la stessa sera e per rendere il tutto più eccitante avrebbe invitato a casa per cena il nostro amico.
Allora mi è venuto in mente una bell’idea perché non invitare il suo ex che in qualche modo è stato coinvolto?
Detto e fatto ci siamo ritrovati a cena in quattro, io il suo amante ed il suo ex e naturalmente lei, dopo una bella cenetta e dopo qualche battuta sulle donne e sulla loro femminilità ho detto al mio amico che comunque era una merda per avermi fatto le corna e che comunque adesso doveva dimostrare di avere le palle e baciare mia moglie in mia presenza Lui senza nessuna difficoltà si è alzato dalla tavola è andato in cucina ed ha fatto ciò che io gli avevo chiesto, a quel punto mi sono avvicinato anch’io e mentre loro si baciavano io ho incominciato a palparla tutta, il ghiaccio era oramai rotto ed anche Marco a fatto il suo ingresso infilandogli una mano sotto il vestito, l’abbiamo fatta chinare e leccare i nostri cazzi duri, l’abbiamo spogliata lei divaricando leggermente le gambe a permesso al nostro amico di infilarci la lingua io continuavo a baciarla in bocca mentre lei con le mani masturbava Marco, quando siamo andati in camera e l’abbiamo totalmente spogliata Marco è stato il primo a metterglielo dentro, lei spompinava il nostro amico ed io la leccavo in mezzo alle gambe sfiorando spesso con la lingua il duro cazzo di Marco eravamo tutti eccitatissimi e carichi di sborra da schizzare quando mi sento la lingua del mio amico tra le chiappe, un piacere indescrivibile ma dopo qualche minuto ho sentito la sua cappella sul mio buco, lui premeva perché voleva farmi il culo ma quando gli ho detto che non lo volevo nel culo lui mi ha risposto: ho il tuo ho quello di tua moglie.
Lei sentendo questa richiesta si è girata ed è salita sul mio cazzo ma piegandosi a detto: avanti siete qui per questo, infatti, sia Marco sia il mio amico non erano riusciti ad infilarglielo nel culo, è bastato poco che sentivo il cazzo di Marco dentro il suo sfintere strofinarsi con il mio che gli riempiva la figa poi abbiamo cambiato Marco dentro la figa e il nostro amico nel culo con una certa violenza tanto da farla gridare sia di dolore sia di piacere, era completamente bagnata ed allargata e gridava di piacere dicendomi che era una Troia, una cagna in calore, intanto con le mani si toccava la figa godendo continuamente.
Alla fine il primo a godere è stato il nostro amico che gli ha sbrorrato un fiume di sperma in bocca, poi mi a stretto a se e ha voluto che la baciassi dove gli aveva sborrato, mentre la baciavo quel porco ha infilato il suo cazzo tra le nostre lingue, dopo ho goduto io sulla sua figa ed infine Marco che gli ha goduto nel culo … nel frattempo il nostro amico era di nuovo in erezione e nuovamente ha assaporato la sua figa con sborrata finale.
Le nostre sborrate l’avevamo inondata e sfinita ma prima alzarci dal letto si è passata una mano tra le cosce a raccolto lo sperma e si è infilata la mano in bocca dicendo che gli avevamo regalato una fantastica serata da vera troia e che le nostre sborrate unite avevamo un sapore magnifico.
Dopo quella sera abbiamo interrotto i rapporti con l’amico che pur di scoparsela a tradito la mia fiducia di amicizia adesso ci salutiamo in ufficio ma niente più, il suo ex abbiamo riprovato a contattarlo per un’altra occasione dove sono usciti sa soli si sono appartati in macchina ed io accostato a loro guardavo come la troia si faceva chiavare, quando mi sono allontanato mi hanno chiamato sul cellulare per farmi ascoltare le loro effusioni, dove la sentivo chiamare troia puttana vacca dillo a tuo marito che il mio cazzo ti piace di più digli che ti sto infilando una mano nella figa, dai troia godi come una vacca, masturbati puttana, tutto ciò mentre io mi facevo una sega in macchina, quando mi hanno detto di riavvicinarmi l’ho trovata ancora chinata su di lui che mi ha fatto cenno di salire dietro, ho ammirato tutta la troiaggine di mia moglie che si riempiva la bocca di calda sborra poi si è girata verso di me mi ha sbottonato i pantaloni e si è chinata per prendermelo in bocca e farmi sentire che aveva ancora la bocca piena, a me non c’è voluto molto per godere cosi dopo aver assaporato anche la mia mi ha dato un bacio appassionato dicendomi che mai aveva goduto tanto.
Da quel giorno non ci siamo fatti più sentire anche perché incominciava ad essere insistente, però ci rimane un bel ricordo di quel periodo, adesso lei a un’amante sposato di 50anni di bella presenza che la tratta come una fidanzatina, la riempie di coccole e di attenzioni insomma un fidanzato vero e proprio, si vedono ogni tanto ma io non partecipo, ho trovato un modo migliore per godermi le prestazioni di mia moglie, essendo lui un fotografo e video operatore mi consegna i filmini che loro realizzano appositamente per me.
Non avrei mai immaginato che tutto ciò potesse accadere proprio a me, ma adesso ne sono ben felice, abbiamo salvato un matrimonio e trovato un fidanzato per mia moglie.

  1. 19 Dicembre 2013 a 3:56 | #1

    Online Casinos och slumptalsgeneratorer

I commenti sono chiusi.